TRAGOPOGON ORIENTALIS

Barba di Becco - Forni di Sopra - Dolomiti

TRAGOPOGON ORIENTALIS T. DUBIUS

FAMIGLIA ASTERACEAE

Nomi comuni: Barba di Becco, Salsefica

DESCRIZIONE

Pianta: erbacea perenne alta fino a 1,2 m.

Fusto: eretto poco ramoso, glabro o scarsamente tomentoso, fioccoso, con peli che tendono a cadere rapidamente.

Foglie: tutte in rosetta basale, lineari lanceolate a base amplessicaule.

Fiori: tutti ligulati riuniti in capolini giallo-dorati, con diametro di 40-65 mm.

Frutto ad achenio rugoso, lungo con il becco 20-30 mm. Nella specie T. dubius brattee dei capolini evidentemente più lunghi delle ligule esterne.

Frutti: acheni rugosi e solcati che si aprono sul ricettacolo a maturità come

nel soffione, ma con corona ampia e di colore bruno grigiastro.

Luogo di crescita: incolti, prati, un po’ dovunque nei pressi del Tagliamento.

Molto comune, ma il suo uso come pianta alimentare non è diffuso. Originaria

dell’Europa meridionale e del Bacino del Mediterraneo in Italia cresce spontanea

fino alle pendici delle Alpi.

Barbadibecco – Apri il PDF

Comments are closed.